In order to fulfill the basic functions of our service, the user hereby agrees to allow Xiaomi to collect, process and use personal information which shall include but not be limited to written threads, pictures, comments, replies in the Mi Community, and relevant data types listed in Xiaomi's Private Policy. By selecting "Agree", you agree to Xiaomi's Private Policy and Content Policy .
Agree

Modding

[Guide] A tutto Modding! | EP 6 - Ubuntu Touch

2021-07-15 15:00:00
1686 22


Mi Fans!

Ben ritrovati nel mondo del modding! Se vi siete persi il quinto episodio, relativo all’installazione di Dolby Atmos, vi invito caldamente a leggerlo da qui! In ogni episodio, cercherò di affrontare in maniera semplice diversi tra i temi più discussi e ricorrenti nei post e nei commenti sulla Community, su Facebook e sul nostro gruppo Telegram, per cui vi invito caldamente a seguirmi perché potreste trovare risposta alle vostre domande! Quest’oggi, ci focalizzeremo sulla sostituzione di Android con il Sistema Operativo di Canonical: Ubuntu Touch!

ATTENZIONE

Questo articolo è stato stilato in esclusiva per Mi Community Italia, pertanto sono assolutamente vietate la riproduzione e la ripubblicazione senza esplicito consenso dell’autore. Nel caso di interesse a riproporre tale articolo, si può richiedere il permesso tramite messaggio privato, dove verranno stabilite le condizioni di ripubblicazione. Le procedure qui descritte sono da intendersi per ‘utenti esperti’ per cui, qualunque danno ai dispositivi causato dalle loro azioni svolte in consapevolezza, sarà da imputarsi soltanto a loro e in nessun caso io, Xiaomi o Mi Community potremo essere ritenuti responsabili.

Ubuntu Touch era un software sviluppato e distribuito ufficialmente da Canonical nel corso del 2013, successivamente nel corso del 2017, il progetto è passato nelle mani della Community di UBports Foundation. Da allora sino ad oggi, i ragazzi di questa Community lavorano sul software aggiornandolo, risolvendo eventuali bug e soprattutto estendendone la compatibilità ad altri dispositivi. Un lavoro encomiabile visto che parliamo di un software gratuito, sicuro ed opensource al 100%. Ma visto che è possibile installarlo su dispositivi che originariamente vengono venduti con Android, in cosa differisce da quelle che potremmo definire ‘custom rom’?

Per chi non lo sapesse, Ubuntu Touch è un sistema operativo per smartphone e tablet che porta una versione adattata ed ottimizzata di Ubuntu sui dispositivi mobili, a sua volta Ubuntu è basato sul sistema operativo Linux. Esso mantiene tutte le caratteristiche della controparte Desktop e si prepone come sistema operativo alternativo rispetto ai classici Android ed iOS, portando per la prima volta in assoluto il massimo della sicurezza e della trasparenza su un dispositivo mobile. Differisce dalle classiche custom rom, che sono basate su diverse versioni di Android, per il fatto che non si tratta di un firmware personalizzato, bensì di un sistema operativo completamente diverso e adattato all’hardware presente sul dispositivo che lo farà girare. Installando Ubuntu Touch avrete un dispositivo Linux nel palmo delle vostra mano, con il quale potrete in tutta sicurezza navigare, giocare, utilizzare client alternativi per le vostre app social preferite e usare il Terminale così come fareste sul vostro PC. Parole chiave di questo OS? Sicurezza, Affidabilità, Libertà. I suoi punti chiave invece:

  • Controlli tramite gesti, è possibile navigare all’interno del sistema e compiere qualsivoglia azione tramite l’utilizzo di gesti semplici ed intuitivi. Addio tasti virtuali!
  • Convergenza, siccome Ubuntu Touch è dotato di supporto a mouse e tastiera è possibile, qualora il dispositivo supporti lo standard Miracast, il collegamento ad un monitor esterno, fornendo così un’esperienza utente del tutto simile a quella disponibile sui più classici sistemi desktop.
  • Supporto app Android, Grazie al supporto del layer Anbox, è possibile utilizzare le proprie app Android preferite anche su Ubuntu Touch! Per adesso questa funzionalità è ancora in corso di sviluppo, ma funziona già in maniera abbastanza positiva.
  • Build Multilingua, Ubuntu Touch è senza barriere, non esistono centinaia di versioni differenti, basta installare una build qualsiasi compatibile per il proprio dispositivo e saranno disponibili da subito fino a 40 lingue diverse!

Ovviamente il progetto di UBports Foundation è tanto bello quanto lento nello sviluppo per via del fatto che è supportato solo dalle donazioni degli utenti e sviluppato nel tempo libero dagli appassionati, motivo per il quale non sono tantissimi i dispositivi Xiaomi supportati al momento. Tuttavia, i fortunati possessori dei seguenti smartphone potranno dare un’occhiata all’OS se vorranno:

  • Xiaomi Mi MIX 3 4G
  • Redmi Note 7
  • Redmi Note 7 Pro
  • Redmi 7
  • Redmi 5 Plus
  • Redmi 4 (X)
  • Redmi 4 (A)
  • Redmi 3 (X/S/SP)

DOWNLOAD UBPORTS INSTALLER


Lo sblocco del bootloader è necessario per poter proseguire, se avete già effettuato la procedura continuate a leggere, in caso contrario cliccate qui per leggerla. La prima cosa da fare prima di cimentarsi nel processo di installazione di Ubuntu Touch, sarà ovviamente quella di andare a reperire il tool necessario, ovvero UBports Installer. Non preoccupatevi, anche se il tool è in inglese, vi guiderò passo passo per tutto il processo.


Una volta scaricato il tool corretto per il vostro PC, non vi resterà altro da fare che munirvi di cavo usb, del vostro smartphone e continuare la lettura di questa guida!

INSTALLAZIONE UBUNTU TOUCH


La prima cosa in assoluto da fare, sarà cliccare con tasto destro sull’exe di UBports Installer e concedere i diritti di amministratore all’eseguibile, dopodiché sarà necessario attendere l’avvio del programma e il caricamento della home page.


All’interno della pagina iniziale del programma troverete svariate voci ed opzioni, a noi interessa una sola cosa in tutto questo caos: connettere il nostro dispositivo al PC, come indicato anche dalla scritta ‘Waiting Device’ posta in basso a sinistra. Per farlo, come suggerito anche da UBports Installer, sarà necessario avere il Debug USB attivo. Connettete il vostro dispositivo e attendete che venga riconosciuto. Se necessario, confermate il prompt relativo alla connessione che vi apparirà sullo smartphone.

NOTA: Per abilitare il Debug USB è necessario recarsi in Impostazioni/Info sistema/Tutte le specifiche e tappare più volta sulla voce Versione MIUI. Al termine, si otterrà la voce Opzioni Sviluppatore all’interno del menu Impostazioni Aggiuntive, lì troverete Debug USB pronto per essere attivato.


Il software cercherà in maniera autonoma di rilevare il dispositivo connesso, in caso contrario (o in caso di errore), potrete riavviare UBports Installer e selezionare il dispositivo manualmente cliccando sulla voce ‘Select device manually’. Che lo abbiate selezionato voi o che sia stato automaticamente rilevato non importa, vi ritroverete sempre una schermata di ‘conferma’ che vi chiederà di controllare se il dispositivo è effettivamente quello desiderato.


Una volta assicurati del fatto che il vostro dispositivo sia stato effettivamente selezionato/riconosciuto, apparirà una finestra a conferma di tutto (la vedete sopra). Da lì sarà possibile selezionare il Sistema Operativo da installare (per device che supportano più OS), ma la cosa che vi interessa è il pulsante blu dove c’è scritto ‘Install’, che dovrete cliccare per dare il via all’installazione.

NOTA: Il processo avviene in due fasi, la prima fase vede il download e l’installazione della recovery Ubuntu, la seconda il download e l’installazione del firmware vero e proprio.


Premuto ‘Install’ vi apparirà l’ennesima schermata di avviso, la quale vi avvertirà del fatto che perderete tutti i dati se proseguirete con l’operazione (e che se si proviene da Android – MIUI è obbligatorio procedere in tal senso). Flaggate tutte le opzioni e andate avanti cliccando su Next.



Dopo aver cliccato, l’installer verificherà e scaricherà i pacchetti relativi alla Ubuntu Recovery, necessaria per il processo di installazione. Al termine del download il dispositivo verrà mandato in modalità fastboot e avverrà il flash della recovery, che andrà a sostituire qualunque recovery abbiate installato in precedenza. Dopo l’installazione la recovery si avvierà sul dispositivo, mentre sullo schermo del PC potreste continuare a vedere dei file in download. Essi sono relativi al firmware vero e proprio, che sarà scaricato e successivamente installato sul dispositivo.



Al termine dell’installazione, vedrete sullo schermo del vostro PC la scritta in basso a sinistra recitare 'Ubuntu Touch Successfully Installed' (immagine in basso) e noterete che il dispositivo si riavvierà più volte (anche 3-4) prima di entrare effettivamente nel sistema. Non temete, si tratta di un comportamento normale quando si flasha Ubuntu Touch tramite Installer! Una volta entrati nell’OS avrete raggiunto il vostro scopo e potrete cominciare ad esplorarlo a pieno!


NOTA: A seconda del modello di smartphone, questo comportamento potrebbe verificarsi ogni qualvolta si spegne/riaccende lo smartphone. Non preoccupatevi se il dispositivo si riavvia diverse volte!

SCREENSHOTS MI MIX 3

Siccome non posto mai alcuna guida senza averla prima testata personalmente ed essermi assicurato del fatto che le procedure indicate siano corrette, eccovi alcuni screenshot estrapolati da Ubuntu Touch in esecuzione sul mio dispositivo!

(Configurazione)

(Lockscreen, Home, App drawer)

(Impostazioni, Fingerprint, Info dispositivo)

(Open Store, Visualizzatore app recenti)

(Centro di Controllo con vari shortcuts)

(Lettore Musicale di sistema)

(Meteo di sistema)


NOTE:

*Ubuntu Touch è attualmente compatibile solo con i dispositivi Xiaomi inseriti ad inizio articolo, in futuro la compatibilità verrà estesa.

*Ubuntu Touch sostituisce le partizioni dtbo, vendor e recovery, per cui in caso voleste tornare ad una rom Xiaomi.eu oppure ad una custom rom dovreste:

- Flashare l’ultima TWRP oppure l'ultima OrangeFox.
- Flashare l’ultimo firmware xiaomi.eu disponibile o l'ultima custom rom disponibile.

*In caso voleste ritornare completamente stock, vi servirà il firmware originale e non sarà necessario installare la TWRP, basterà usare Mi Flash o XiaomiFlashToolv2.

*Bug e features variano sempre a seconda del dispositivo. Potete accedere alla pagina relativa ai dispositivi da qui, dove potrete cercare il vostro e cliccarci per avere una panoramica di cosa funziona e cosa no. Qui ad esempio, troverete la pagina specifica per MI MIX 3, giusto per farvi un’idea di cosa sto parlando.


Bene ragazzi, con ciò termina questo sesto episodio! Spero vivamente di essere stato chiaro nelle spiegazioni e di avervi realmente semplificato tutti gli step necessari a portare a termine il processo di installazione Ubuntu Touch sul vostro dispositivo. Se l'articolo vi è piaciuto la prassi è la solita: like, commento e follow su Instagram inquadrando il QR-Code qui in basso. Grazie!

2021-07-15 15:00:00
Favorites9 RateRate

Mi Blogger

Viktor Koca | from app

#1

Wow, davvero talentuosi i ragazzi di UBPorts, non credevo che installare Ubuntu Touch fosse così semplice. Peccato per la compatibilità ancora limitata, speriamo in un leggero supporto da parte di Canonical stessa che possa spingere lo sviluppo.
2021-07-15 15:11:36

Mi Blogger

Giuskiller995 Author | from app

#2

Viktor Koca
Wow, davvero talentuosi i ragazzi di UBPorts, non credevo che installare Ubuntu Touch fosse così semplice. Peccato per la compatibilità ancora limitata, speriamo in un leggero supporto da parte di Canonical stessa che possa spingere lo sviluppo.

Purtroppo Canonical ha lasciato tutto nelle mani della Community per virare sui progetti Desktop :(, però sono sicuro che la compatibilità verrà ampliata! Prima i redmi note 7 e il mi mix 3 non erano supportati, specialmente il Mi Mix 3, che ha guadagnato il supporto solo un mese fa! Quindi never say never ❤️
2021-07-15 16:24:58

Master Bunny

Ricky21 | from app

#3

Complimenti bell'articolo
2021-07-16 14:00:12

Mi Blogger

Giuskiller995 Author | from app

#4

Ricky21
Complimenti bell'articolo

Ti ringrazio Ricky ❤️
2021-07-16 16:12:36

Master Bunny

Nicolas Cocco | from app

#5

Spoiler: è comunque più stabile della MIUI 12 su Note 7
2021-07-20 01:23:05

Mi Blogger

Giuskiller995 Author | from app

#6

Nicolas Cocco
Spoiler: è comunque più stabile della MIUI 12 su Note 7

ahahahahaha
2021-07-20 01:44:55
😉
2021-07-20 05:05:18
👍
2021-07-20 05:13:26

Master Bunny

Nicolas Cocco | from app

#9

Giuskiller995
ahahahahaha

pensa che ultimamente mi crasha persino la tastiera mentre scrivo, emozioni che non si provavano da Android 4.1
2021-07-20 05:26:06

Mi Blogger

Giuskiller995 Author | from app

#10

Nicolas Cocco
pensa che ultimamente mi crasha persino la tastiera mentre scrivo, emozioni che non si provavano da Android 4.1

Però su quello di mio padre no, è un po' strano. Cioè va lento eh, non fraintendermi, però crash ancora non ne ho visti
2021-07-20 05:26:54
please sign in to reply.
Sign In Sign Up

Giuskiller995

Mi Blogger

  • Followers

    825

  • Threads

    327

  • Replies

    3312

  • Points

    15320

3 Days Check-In
7 Days Check-In
21 Days Check-In
40 Days Check-In
70 Days Check-In
100 Days Check-In
Halloween
100mila
redminote8series
200mila Mi Fans
MIUI 12
2 anni insieme
BEST Mi Blogger
MIBAND4
Survey2020
Magazzino in Italia
Monitor
Mi TWS 2 Bacis
Mi Scooter Pro 2
Mi Smart Band 5
Mi Tv Stick
K2K
300K
1 milione
mibunny_natale1
Mi Bunny - Natale2
Mi Bunny - Natale 3
Mi Bunny - Natale 4
Mi Bunny - Natale 5
Mi Bunny - Natale 6
Mi 11 lancio
Calendar
Redmi Note 10 Pro
Redmi Note 10 lancio
400K
#1 Italia

Read moreGet new

Mi Comm APP

Stay updated on Mi Products and MIUI

Copyright©2010-2021 Xiaomi.com, All Rights Reserved
Quick Reply To Top Return to the list