Lascia un like e commenta per l'uscita del confronto tra Xiaomi 365 e Xiaomi 1S

Xiaomi ha da poco aggiornato il suo famosissimo M365 che dadiversi anni domina la scena dei monopattini elettrici. Tuttavia, invece dichiamare questo nuovo modello M366 o M365 II, è stato denominato Xiaomi MiElectric Scooter 1S. Potete vedere varie immagini allegate.


Il precedente Electric Scooter Xiaomi M365 era statorilasciato in Cina per la prima volta alla fine del 2016, salendo poi allaribalta in America nel 2017 e in Europa soltanto nel 2018, quando le società dinoleggio Bird e Lime lo adottarono nella propria flotta di monopattini elettrici,invadendo poco a poco le strade di città come Milano e Rimini (Lime e Birdhanno anche utilizzato il Ninebot-Segway ES2 prima di iniziare a produrremonopattini a marchio proprio).
Forse pochi sanno che lo Xiaomi 1S, sebbene sia statoprogettato dal gigante tecnologico cinese Xiaomi, viene prodotto da Ninebot.
Marcello ha preparato questa scheda recensione dello scooterXiaomi 1S (versione Europea) dove viene esaminato anche sulla base di unconfronto diretto con il predecessore M365.
Design e Struttura: voto 9,5
Lo Xiaomi Mi Electric Scooter 1S viene recapitato in unaconfezione compatta (del peso di circa 15 kg) e richiede un piccoloassemblaggio, in quanto è necessario inserire il manubrio e avvitare quattroviti per fissarlo in posizione (l’avvitatore è già incluso nella confezione).
Il telaio è sostanzialmente lo stesso dell’M365, realizzatoprevalentemente in lega di alluminio di tipo aeronautico, robusto e leggero altempo stesso.
La bontà dell’assemblaggio e dei materiali utilizzati inquesto monopattino elettrico Xiaomi si riflettono nel grado di resistenzaall’acqua di livello IP54.
L’altezza del manubrio non è regolabile, a causa del sistemadi ripiegamento, dove il gancio del campanello si fissa al parafango posteriore(stesso sistema utilizzato dai precedenti monopattini Xiaomi).
Le dimensioni, quando è aperto, sono 108 x 43 x 114 cm,mentre quando è chiuso sono pari a 108 x 43 x 49 cm.
Eccellente il meccanismo di piegatura che permette dichiudere o aprire l’1S in pochi secondi (Xiaomi sostiene 3 secondi).

Il peso di 12,5 kg è un valore inferiore alla media perquesta tipologia di monopattino elettrico e ciò si riflette nella facilità ditrasporto rispetto anche a modelli più pesanti come l’M365 Pro.
La portata massima è di 100 kg (se siete più pesanti viconsigliamo di guardare al monopattino Kugoo S1 Pro).
Eccellente la pedana con effetto gommato e aderente, cosìcome le sue dimensioni che permettono di guidare in posizione comoda e sicura.

Irrinunciabile è il classico cavalletto per parcheggiare comodamenteil monopattino ai bordi della strada o all’interno del proprio garage oufficio.
Una differenza dal punto di vista estetico, rispetto al suopredecessore, sono i catarifrangenti gialli anziché rossi; mentre i filiesterni del piantone dello sterzo sono di colore nero e appaiono come piùordinati, sono protetti inoltre all’interno da uno strato in gomma (sull’M365succedeva a volte che i cavetti scoperti si tranciassero dopo un utilizzoprolungato del monopattino).
L’acceleratore è un pulsante sul manubrio destro, mentre sullato sinistro c’è un freno simile a quello della bicicletta, oltre all’utile (eobbligatorio per legge) campanello.
Le manopole del manubrio sono rivestite di una gommatermoplastica che permette una presa salda e confortevole.
Il parafango posteriore è stato completamente ridisegnatorispetto all’M365 e al Pro: ora appare più rinforzato grazie alle 2 astinesupplementari collegate al telaio; inoltre, grazie ad una lunghezza maggiore,avvolge meglio la ruota.

Una grande novità è l’introduzione della placchetta doveaggiungere un eventuale targa. Questa scelta è stata presa da Xiaomi alla lucedelle normative aggiornate in alcuni paesi Europei; come in Germania dove latarga è obbligatoria per legge

I pneumatici dello Xiaomi Mijia Electric Scooter 1S hanno undiametro di 8,5 pollici (21,5 cm) e sono dotati di camera d’aria (esattamentegli stessi già visti sull’M365 standard e Pro).
Il battistrada è rimasto invariato rispetto al passato, conscanalature standard, non particolarmente adatte in condizioni di asfaltoviscido e bagnato.

Xiaomi porta avanti la stessa idea di base che già avevaavuto in passato per i modelli M365 e Pro, cioè alleggerire la strutturagenerale del monopattino, evitando di aggiungere le sospensioni; a tale scopol’utilizzo di pneumatici gonfiabili con camera d’aria permette di attutire gliurti e assorbire le vibrazioni senza impiegare degli ammortizzatori.

(Nella versione Europea del vecchio M365 si trovavaall’interno una piacevole sorpresa, vale a dire 2 pneumatici di scorta. LoXiaomi Mi Electric Scooter 1S, invece, prevede una sola gomma di ricambio,oltre che l’adattatore da collegare alla pompa per gonfiare le gomme.)

Velocità e Potenza: voto 8,5
Parlando di specifiche tecniche, l’1S ha un motore a mozzonella ruota anteriore, con potenza nominale da 250 W e potenza di picco da 500W(valori identici a quelli dello Xiaomi M365).
Ciò si traduce in una velocità massima pari a 25 km/h e unabuona accelerazione.
Come il suo predecessore, anche lo Xiaomi 1S riesce a salirependenze fino al 14%.
Batteria: voto 9,5
Lo Xiaomi 1S ha una batteria leggermente inferiore a quelladell’M365.
Questa batteria da 275 Wh e 7650 mAh si trova all’internodella pedana ed è dotata di un nuovo sistema BMS di quinta generazione cheoffre 6 tipologie di protezione smart tra cui:
1Protezione da cortocircuito
2Protezione da sovracorrente
3Doppia protezione da sovraccarico
4Doppia protezione da sovrascarica
5Protezione temperatura
6Protezione da sottotensione
7Tramite l’app è possibile monitorare le condizione dellabatteria, ricevendo una notifica in caso di problemi o anomalie.
Il produttore garantisce la batteria per 500 cicli di caricacon potenza superiore al 70%.
Vale la pena notare che una volta che il livello dellabatteria scende al di sotto del 5%, le prestazioni del monopattino Xiaomicalano in modo significativo.
L’autonomia di 30 km si ottiene ad una velocità costante di15 km/h, in condizioni normali di strada pianeggiante e peso del conducente inferiorea 75 kg. I risultati effettivi possono variare in base alle differenze ditemperatura, carico, velocità del vento, condizioni della strada e altrifattori.
Questo monopattino Xiaomi 1S si ricarica in un tempovariabile tra le 4 e le 5 ore con il comodo caricabatterie incluso nellaconfezione.
Luci: voto 9
La potente luce a LED da 2 W integrata nella parte anterioredel manubrio migliora sensibilmente l’esperienza di guida notturna, anchegrazie al rinnovato angolo d’illuminazione che mantiene il fascio di luce sottoalla linea dello sguardo.

Ovviamente c’è anche una luce posteriore, completamenteridisegnata rispetto alla versione precedente installata sull’M365 standard:non è più verticale, ma orizzontale, ha dimensioni maggiori ed è più luminoso;esso si accende automaticamente quando attiviamo le luci del nostro monopattinoe funge da catarifrangente e luce lampeggiante quando si tocca il freno.

Freni: voto 9,5
Il nuovo monopattino elettrico Xiaomi utilizza lo stessodoppio sistema frenante visto sull’M365 Pro.
La ruota anteriore è dotata del sistema antibloccaggiorigenerativo E-ABS, mentre la ruota posteriore ha un disco freno perforato da120 mm (più grande rispetto al vecchio M365).
Entrambi i sistemi frenanti si attivano sistematicamente unodopo l’altro alla pressione del freno, in modo tale da accorciare lo spazio difrenata e garantire un arresto sicuro.
Tramite l’applicazione Mi Home associata, è possibileimpostare l’intensità della frenata rigenerativa. Più il valore è alto emaggiore sarà la forza frenante e la quantità di energia immagazzinata.
Con una prova di guida a 20 km/h, su asfalto asciutto epianeggiante, il Mijia 1S Electric Scooter si è arrestato in uno spazio di 4metri.

N.B. Lo spazio di frenata può variare in base alla pressionedei pneumatici, la temperatura esterna, le condizioni dell’asfalto e il pesodel pilota.

Funzionalità: voto 9
Il display dell’1S è una delle caratteristiche che lodistingue maggiormente dall’M365. Mentre quest’ultimo indicava solo lo statodella batteria tramite 4 luci LED e la modalità di guida, l’1S supporta undisplay che mostra in tempo reale la velocità, il livello e la modalità dellabatteria.
Il display integrato è simile in tutto e per tutto a quellodell’M365 Pro, con l’aggiunta di una nuova icona che indica lo stato di bloccodel monopattino, che si attiva se abbiamo inserito l’allarme.
Le altre icone indicano le luci (accese o spente), bluetooth(quando è collegato all’app), temperatura (non utilizzare il monopattino quandoquesta spia è accesa) e manutenzione (la quale si accende automaticamente incaso di guasto).
Inoltre, tutte le operazioni di guida possono esserecompletate agendo sull’unico pulsante centrale, il che ne semplificanotevolmente l’utilizzo.
Rispetto al modello precedente, l’1S si arricchisce di nuovemodalità di guida:
Pedestrian (icona dell’omino che cammina):
velocità max 5 km/h.
Modalità utile per rispettare il limite di velocità nellearee pedonali in Italia (pari a 6 km/h).
D (standard):
velocità max 20 km/h;
S (sport):
velocità max 25 km/h;
Per passare da una modalità all’altra basta spingere 2 volteil pulsante centrale.
Lo Xiaomi Mijia Electric Scooter 1S supporta la connessioneBluetooth a smartphone o tablet tramite l’App Mi Home (Apple, Android).
Attraverso questa applicazione possiamo leggere i datistatistici sulle prestazioni, aggiornare il firmware, modificare leimpostazioni di base, bloccare il monopattino con allarme inserito e attivarela funzione Cruise Control, che permette di mantenere una velocità costantesenza dover tenere premuto l’acceleratore (per attivarlo basta tenere la levaferma per 5 secondi sulla velocità desiderata).
Guida: voto 9
Come l’M365, l’Mi Scooter 1S è ben equilibrato e facile dacontrollare. È ovvio che se non siete abituati a guidare un monopattino elettrico,la prima volta che andate sull’Electric Scooter Xiaomi potrebbe essere unesperienza un pò snervante.
Accelerare e frenare è facile e sicuro, grazie all’ottimasensibilità e reattività delle leve.
La guida è abbastanza fluida fintanto che l’asfalto èragionevolmente uniforme. Questo non è un modello che vi permette di fare delfuoristrada e guidare su terreni irregolari (per quello date un occhiata alKugoo Kirin M4 Pro). Fate attenzione anche ai sampietrini, al ciottolato e allesalite/discese ripide.

Abbiamo guidato lo Xiaomi Mijia 1S a Bologna, dove il mantostradale è abbastanza buono, pertanto, finché si riescono ad evitare le buchepiù importanti e si assume una posizione di guida confortevole, la guida è al100% comoda e sicura.

P.s. lascia un like e commenta se lo farai grazie mille :D