L’eleganza e la vivacità del Mi8 Lite sono messe in primo piano già dalla scatola che, come ci ha abituato Xiaomi, si presenta in maniera decisamente minimal e piacevole, riprendendo la colorazione del dispositivo stesso.




All’interno del box troviamo innanzitutto la taschina contenente l’adattatore jack da 3,5 mm, lo spillino per il carrello SIM, la manualistica, e soprattutto la comodissima cover in TPU trasparente di ottima qualità, molto utile in quanto il telefono risulta alquanto scivoloso. A dividere questi accessori dal caricatore (uscita 5V/2A) e il cavo USB type C, troviamo il dispositivo in tutto il suo splendore.




Nel mio caso ho avuto modo di avere tra le mani la colorazione Aurora Blu, ma trovo che tutte le varianti siano estremamente ben realizzate. Sullo schermo del Mi8 Lite è presente una pellicola opaca su cui sono indicate tutte le specifiche del prodotto. Anche il retro è coperto da due pellicole, una posizionata sulla fotocamera, e un’altra tra il lettore d’impronte e il logo MI su cui sono indicate le istruzioni del carrellino dual SIM con possibilità di inserire la micro SD (rinunciando però a una delle due SIM). Il carrello in questione si trova sul lato sinistro del telefono, e non va assolutamente ad intaccare il bordo. Sul lato opposto troviamo il bilanciere del volume e il tasto di accensione/spegnimento, mentre su quello inferiore il microfono principale, l’ingresso type c, e lo speaker di sistema. La parte superiore è la più “libera”, infatti è occupata solamente dal microfono dedicato alla soppressione dei rumori ambientali.





(Dal minuto 00:18 al 01:20 della video-recensione nel thread delle considerazioni finali)