Il colosso Cinese avrebbe fatto domanda per una Initial Public Offering alla borsa di Hong Kong: secondo gli analisti potrebbe battere il record stabilito nel 2014 per un'impresa tecnologica.


Xiaomi avrebbe depositato i documenti necessari alla quotazione sulla Borsa si Hong Kong: questo è quanto trapela da numerose testate giornalistiche negli ultimi giorni. Secondo quanto riportato da Wired, gli sponsor dell'operazione sarebbero le banche Clsa, Morgan Stanley e Goldman Sachs.

Questa operazione potrebbe addirittura polverizzare il record stabilito da Alibaba, che arrivò a raccogliere nel 2014 ben 25 miliardi: per il colosso cinese della tecnologia si parlerebbe infatti di ben 100 miliardi di capitalizzazione.

Non si hanno per il momento informazioni sulle azioni da collocare, anche se gli analisti stimano che non saranno sotto i 10 miliardi di dollari.

Insomma, un'altra poderosa prova di forza del gigante tecnologico, che fa ben sperare per le dinamiche future.



Source